venerdì 14 novembre 2008

Amore infinito

"Ma sai che sei bellina" disse lui.
"Anche tu non sei malaccio" disse lei.
"Ci moltplichiamo" propose lui.
"Sì dai facciamolo" entusiasta lei.

Indifferenti all'inorganica ruggine su cui stavano abbarbicati, i microbi cominciarono a copulare. Fu fantastico durò tanto ed ebbero anche miliardi di figli.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

La storia non lo dice ma poco più in là alcune cellule "omozigote" copulavano in gruppo, senza moltiplicarsi mai e divertendosi come matte. E per le cellule anche questo è amore.

matteo ha detto...

ed io che ero convinto di vivere in un'ambiente sterile...

Effe.Ti. ha detto...

Era sterile finchè era abitato dagli umani, che per loro stessa funzione sterilizzavano tutto, ma tutto tutto mari monti e menti, ma poi scomparvero, il mondo divenne disabitato e libero...

il giardino di enzo ha detto...

insomma, finisce sempre che per avere un bel mondo ci dobbiamo levare gentilmente tutti dalle palle...

Effe.Ti. ha detto...

Carissimo Enzo,
la ringrazio per il suo intervento che da modo di chiarire a Lei e a tutti gli esimi lettori di queste Cronache una cosa che mi sta a cuore: io come cronista non ho opinioni in merito al fatto se in quanto umani si sia o no di peso a questa enorme palla chiamata terra.

Sono certissimo invece che dove sono io di umani non se ne vede (se si siano estinti o spostati più in là a me poco importa). Di certo adesso il posto è disabitato e libero da questi esseracci.

Per quanto attiene poi alla loro (di questi esseracci) fissa sterilizzatrice essa è dimostrata da ampissima letteratura storico-scientifica nonché da decenni di pubblicità di detersivi, antibiotici, prodotti chimici ecc ecc.

Tanto Le dovevo per rimarcare la mia assoluta neutralità di giudizio.

Un saluto da
il cronista delle
Cronache d'Altrove

Related Posts with Thumbnails