lunedì 19 gennaio 2009

L'unione fa la coppia



Cronaca di un amore demodé

Oggi certi amori durano l'ebrezza di una notte, altri qualche anno, altri poco di più.
Per loro invece non era così. Stavano insieme da tanto, da prima, da sempre...

- "Amo' che c'hai?", chiede lei
- "Niente amo', solo un po' di ruggine", le risponde lui
...
- "Ti amo Martellone mio", le fa allora lei, strofinandoglisi addosso
- "Anch'io ti amo Falcina mia" facendosi spazio nella sua luna.

L'essere lasciati soli come ferri vecchi aveva restituito a Falce e Martello l'intimità e la passione dei primi giorni.
Come se il tempo passato non fosse mai passato.

5 commenti:

il giardino di enzo ha detto...

mi ricordano qualcosa, ma non riesco a ricordarmi cosa.

Effeti ha detto...

L'amore che strappa i capelli è finito ormai non resta che qualche carezza e un pò di tenerezza...
per caso ti ricordano forse i versi del Fabrizio poeta de Andrè?

CCCP ha detto...

e lei che lo amava
aspettava il ritorno...

acrostico ha detto...

Già, il ritorno... ed esso tornotte.
E tutti furono infelici e contetenti

Anonimo ha detto...

Amor che nullo ho amato
Amore mio perdono

Related Posts with Thumbnails