lunedì 15 dicembre 2008

La lezione di Jekobs



La lotta per la sopravvivenza non è un pranzo di gala.

Jekobs era una carogna. Un fetente, un serial killer,
aveva ucciso infinite volte senza alcuno scrupolo.
Grandi, piccini, infanti per lui tutto era buono purché vivo e commestibile.

Jekobs sapeva aspettare e alle sue vittime non serbò mai buone maniere.

4 commenti:

il giardino di enzo ha detto...

Sembra la biografia di Negroponte...

qualcuno ha detto...

Forse è la biografia dell'umanità dall'alba alla notte dei tempi.

Anche se jekos rispetto all'uomo è una mammoletta.

il giardino di enzo ha detto...

Aho! Ma de che?!
Ah Jekobs, vviè 'npo qua, fatte vede', te mollo 'na papagna che t'oo ricordi...
Ma che 'n'hai letto mai... che so... Beckett, è carino, anche nei posti più abbandonati se pole sta bbene! E te...
Ma vattelo a pijà' 'n saccoccia, vai!

JEKOBS ha detto...

Beckett... Beckett... Beckett... mmmh
mi sa che è da un pò che non si vede in giro...
non deve stare tanto in salute...
e i suoi libri... hanno una carta ottima e soffice, parola degli amici Tarli, persone perbene e di bocca buona.

Senza rancore
Jekobs

Related Posts with Thumbnails