giovedì 21 gennaio 2010

Sveglia !!!



Questa cronaca narra di come fu che il posto si disabitò.


La situazione era grave da tempo e le due si vedevano per il ragguaglio quotidiano, ogni mattina lo stesso dialogo...

"Allora?... Che si dice stamani dalle tue parti", chiedeva Tazzina oramai a secco da un pezzo

"Mah... che vuoi che si dica", gli rispondeva Moka "Non lo senti che silenzio... Mi sa che anche oggi dormono tutti alla grande! Una cosa è certa... A me non mi usano... Ma da anni!"

Quella volta però Tazzina ebbe un fremito imprevisto... fissò Moka nel beccuccio e gli mormorò: "Oh... ma non saranno mica tutti morti?"

"Sì, e di cosa?" gli ribattè scettica Moka
...
"Di sonno?!"
gli sparò lì Tazzina con manico lucido.

E le due ristettero così, a fissarsi in quel dubbio.
Per sempre.

4 commenti:

un cronista Altrove ha detto...

Ringraziando gli amici che nel post precedente mi hanno tirato le tende riapro gli occhi con questo nuovo post... sul nostro letargico paese

cronici saluti

il giardino di enzo ha detto...

La scelta fu drammatica: o affrontare la cirrosi dovuta al mal di fegato, oppure sprofondare in un sonno obliante, perduti nei ricordi, le nottate passate a ciclostilare risme su risme, foriere di rivoluzioni e uguaglianze, con Moka e Tazzina sempre lì a portata di mano.

matteo ha detto...

ah che bello o caffè,
lo puoi bere anche in galera

Tina ha detto...

O semplicemente si sono votati al caffè all'americana fatto con la macchina che ne scodella un litro e mezzo in 5 minuti e ne puoi bere un tazzone?

Cronista, non ti sorge il dubbio che il paese ami la letargia mentale?
Pensare è faticoso, perchè faticare quando ci sono gli altri che pensano per te?
Buona serata

Related Posts with Thumbnails