lunedì 6 settembre 2010

O' Ré!



Cronaca di una partita noiosa

"Uffa, che palle!!"
... dicevano in coro due alfieri una torre e tre pedoni.

Il fatto era che avendo messo all'angolo il Re avversario continuavano a dichiarargli: "Scacco matto!"...

Solo che lui, o' Ré... macché, niente. Facendo finta di non sentire rimuoveva... e quando gli dicevano: - Eh no così non si può - lui rispondeva:

"E chi lo dice, o' Ré sò io e le regole le faccio io!"
e ghignando scivolava via, scacco dopo scacco.

6 commenti:

m. ha detto...

attualissimo effeti

il giardino di enzo ha detto...

Avremo un Gaetano prima o poi?
Oh Cronista, dacci una speranza.

Anonimo ha detto...

il re è nudo e dall'aquila si vede bene
ciao lorenzo

un cronista Altrove ha detto...

@"Amici, tutti e tre, dico a voi,
che dirvi... qui il re scivola, sguiscia che pare una biscia e il paese si fa molle e tutto saponoso... gira e rigira mi sa che sta "saponetta" ce la troviamo noi... ben ferma e tra i glutei."

Disse uno che proprio in quel momento in quel paese lì in un giorno qualunque in una città qualsiasi si stava facendo una doccia.

saluti stretti
un cronista

Tina ha detto...

E prova a pensare che se a furia di scivolare a destra e manca si ritrova sul bordo della scacchiera e cade dal tavolo fracassandosi... non sarebbe una soluzione anche questa?
Notte buona Cronista ;-))

un cronista Altrove ha detto...

@fantasiosa tina
esso, "o'ré", qualora debordasse dalla scacchiera è più facile che, anziché fracassarsi, frulli in aria la scacchiera pedoni e altri, tutti compresi.

disillusi saluti
un cronista A.

Related Posts with Thumbnails