lunedì 22 febbraio 2010

Cronaca di una rivolta annunciata



.... Sedati, ma non prima... essi al passato, no no... sedati te ora qui, subito!... Tranquilli è solo una questione di accenti.
Cronaca di come certi silenzi mandino fuori di testa, perchè anche in un posto disabitato ci si può ammalare.


Radio-Lina aveva fuso, era partita di testa, impazzita, ad un certo punto cominciò a sentire come una vocina dentro e si credette che sì, sarebbe toccato a lei fare l'annuncio... quello che tutti si aspettavano di sentire, quello che li avrebbe resi felici... la fine delle ingiustizie, il trionfo dello star tutti bene, tutti uguali, gli uni più vicini agli altri...
Così una mattina fece CLICK, ronzò un istante, si schiarì la voce gracchiando, si sintonizzò precisa, tirò su il volume e vibrò con la massima enfasi e anche parecchio riverbero:

- "Popolo di qui, il momento è solenne. Oggi c'è la Rivoluzione!"

Gli ci vollero tre o quattro minuti di un silenzio di tomba per accorgersi che era ancora stipata con altre due colleghe in un armadietto con su scritto a pennarello - radiotransistor fusi -

Rifece CLICK e si sedò.


Vuoi vedere un altra cronaca altri ronzii?

4 commenti:

il giardino di enzo ha detto...

Sedato e sudato, Orecchio sentì un ronzìo conosciuto, quasi un'eco, veniva da lontano.
- O cos'è questo fastidioso ronzio?
E con un dito cercò fra la chiocciola e il martello: mancava la falce.
Proruppe in un pianto disperato.

Ransie ha detto...

Povera radio, poveri noi.

un cronista Altrove ha detto...

@giardinoso enzo,
... dì all' amico Orecchio di stare su e di non disperarsi che falce sta bene che è ancora innamorata e che vedrai prima o poi torna... credo... forse...

@maledettamente concisa Ransie .-)
già già poveri tutti...

Tina ha detto...

Eppure quel vibrare di onde tradotte in "Oggi c'è la rivoluzione", prima si fissa nell'aria e poi comincia a viaggiare ... e sappiamo che i suoni prima o poi incontrano il traduttore giusto. ;-))
Smak
Tina

Related Posts with Thumbnails