domenica 17 ottobre 2010

Sciopero Generale!


Cronaca di civiltà.
Dado lo sapeva, nella scala delle cose da fare a lui toccava serrare...


Questo faceva: girava e serrava. Tutto il giorno, tutti i giorni.

Se gli avevano detto di fare così ci doveva pur essere un motivo,
e lui si era fidato, girava e serrava meglio che poteva.
Sapeva di saperlo fare e si sentiva utile e orgoglioso.

Ad un certo punto taluni però, non contenti di strizzarlo a più non posso, cominciarono anche a deriderlo, a dire che - pfui - lui non contava più che un Chiodo, che si poteva farne senza, che era solo ferraglia e che se voleva essere ancora utile doveva farsi stritolare a piacimento.

Allora Dado si stufò dell'andazzo.
Si ricordò del nonno, un vecchio Acciaio del primo novecento, di quelli di tempra dura, e di quando lo ammoniva: "Bada Dadino, ricordati, senza di te la struttura non sta insieme. Se ti stringono troppo tu mollati... Vedrai che poi ci pensano su a stringerti di meno!"

Così il nostro incrociò la filettatura e smise di girare. E non fu il solo, quelli come lui, strizzati e derisi, fecero altrettanto.

"E vediamo...", dissero tutti insieme, "Senza di noi, quanto regge 'sta baracca."

Ma questa è cronaca d'altri tempi.
Ora Dado si gode la vecchiezza in questo posto disabitato sì, ma civile, fiero anche per quella volta lì.


5 commenti:

il giardino di enzo ha detto...

Mi ricordo che una volta dado, bullone e biglia si ritrovarono tutti insieme e cominciarono a volare nell'aere.
Settantasette volte cercarono il bersaglio, lo mancarono.

Carlo ha detto...

Ciao Cronista e buona giornata! Che belle storie sono state vissute ad Altrove. Ma si vivono ancora, perché scopro che Dado la sua "vecchiaia" se la sta godendo! Che bello!! Chissà se anche qua giù, qualcuno si renderà conto... da me, hai parlato di ""ggente sveja"! Voglio assecondare la tua sensazione e trarne speranza! Magari, riusciremo a fare come Dado ed a godercela anche noi la vecchiaia.

Ciao Cronista, serena settimana a te!!

Tina ha detto...

Dado mollò la stretta e dietro di lui altri, la struttura prese a scricchiolare e mentre Dado e i suoi si prendevano una giornata di riposo, il crash fece capire che l'insieme si era ridotto a un cumulo di singoli.
Dado pensò a voce alta:
"ma...allora si può fare"... "se siamo uniti si vince"..."scio-pe-ro ge-ne-ra-le"
L'intento è buono, ma occhio alla calamita, può trasformarsi in calamità.
Buona giornata Cronista, la calamita è la politica che deve restare fuori dal sindacato. ;-))

un cronista Altrove ha detto...

@ Enzo,
sì ricordo anch'io, e mi ricordo anche di monetine qualche anno dopo... erano tempi per tipi duri... e pensare che ora bastano due fragili uova a scatenare un putiferio...



@ Carlo,
buone giornate anche a te amico di post.
La vecchiaia arriva per tutti prima o dopo... sul fatto di riuscire a godersela... beh come per dado dipende dalle scelte e dalle lotte per un'esistenza migliore che facciamo in età meno avanzata... Comunque qui ad altrove abbiamo un grosso vantaggio, di umani in giro non se ne vede. ;-))




@ Tina,
certo la politica lasci libero il sindacato, spererei però che certe istanze e certe analisi di certo sindacato si facessero "polis", più condivise e diffuse tra la gente... ci sarebbero più belle facce in giro.

abbracciosi saluti a tutti voi
un cronista altrove

Carlo ha detto...

... tutto calmo ad Altrove? Bellissimo! Ciao Cronista, sereno fine settimana a te!

Related Posts with Thumbnails